Il Forum degli Unitalsiani a Lourdes, Loreto, Fatima, Pompei, S. Pio.. di tutto di più!!
 
Sito  Ufficiale  U.N.I.T.A.L.S.I.Sito Ufficiale U.N.I.T.A.L.S.I.  Webcam GrottaWebcam Grotta  IndiceIndice  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 LA CAVERNA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: LA CAVERNA   Dom Feb 08, 2009 2:04 am

La Caverna

“Pensa ad uomini in una caverna sotterranea, dotata di un’apertura verso la luce che occupi tutta la parete lunga. Essi vi stanno chiusi fin dall’infanzia, carichi di catene al collo ed alle gambe che li costringono a guardare soltanto in avanti. In alto, sopra di loro brilla lontana una fiamma; tra questa e i prigionieri corre una strada in salita lungo la quale è costruito un muretto. Lungo quel muretto degli uomini che portano oggetti di ogni sorta che sopravanzano il muretto, e immagini di uomini e di animali in pietra, in legno e in fogge d’ogni tipo. Che strani prigionieri eppure sono simili a noi. Se potessero parlarsi non ritieni che considererebbero reali le immagini che vedono? Se un prigioniero venisse liberato e costretto a levare gli occhi verso la luce, soffrirebbe rimanendo abbagliato e sarebbe incapace di mirare ciò di cui prima vedeva le ombre. Non credi che rimarrebbe imbarazzato e riterrebbe le cose che vedeva allora più vere di quelle che vengono mostrate ora?[…] E non verrebbe ucciso chi tentasse di liberare e far salire gli altri?” (Platone – Repubblica - Il mito della caverna)

L’intenzione del filosofo greco era quella di invitare l’anima ad operare una radicale conversione dal mondo delle opinioni a quello della verità e della filosofia.

Questo racconto, questa allegoria mi ha però sempre portato con la mente a Gesù. La sua venuta in terra ha avuto lo scopo di liberarci dalle catene dell’indifferenza, del male, delle ombre, della non conoscenza. Ci ha preso per mano elevandoci, stimolando la scintilla divina assopita nella nostra anima, facendoci conoscere la vera Via che conduce alla Verità. E, in funzione di questa volontà di salvarci, di farci vedere la Luce che però non abbiamo riconosciuto, preferendo le tenebre, per tirarci fuori quindi dalla caverna, non è dovuto salire in Croce? (non verrebbe ucciso chi tentasse di liberare e far salire gli altri?)

E’ una mia riflessione, a quest’ora tarda della sera, dopo essermi andato a rileggere un brano di Platone, (lo faccio di sovente) che mi da sempre spunti, come in questo frangente, che mi fanno riandare con la mante alla Bibbia. Per l’antico filosofo esisteva di già un Entità creatrice dell’Universo, amava il Bello ed il Buono, l’educazione e l’esempio da dare alle nuove generazioni, un anima immortale e l’amore.......................con la A maiuscola

Beh, buonanotte a tutti.

Gianfranco
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: LA CAVERNA   Lun Feb 09, 2009 6:59 pm

Questo racconto mi fa venire pensare a un'altra cosa: la difficoltà degli schiavi a voltarsi e a guardare la luce.
Mi chiedo: quante volte noi pur soffrendo, preferiamo restare in catene pittosto che correre il rischio di voltarci verso la luce? Quante volte finiamo per convincerci che le nostre paure sono vere e le nostre sofferenze assolute per non dover guardare la verità e rimboccarci le maniche per camminare verso quella luce che Gesù ci indica?
Personalmente nella mia vita ci sono stati tanti momenti in cui ho preferito crogiolarmi nelle difficoltà, magari prendendomela pure con Dio o aspettando chissà quale segno, piuttosto che ammettere che molte di queste potevano essere superate e che in parte ero anche io a volerle, per quanto assurdo possa sembrare.
E solo quando ho imparato a guardare le cose per come erano e chiamarle con il loro nome, queste cose hanno cominciato ad assumere una nuova forma e a migliorare ... solo che quanto è difficile ... è vero che la luce a volte può far male
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: LA CAVERNA   Lun Feb 09, 2009 8:49 pm

Ciao Francesca,

mi fa piacere la tua risposta che è perfettamente centrata con il tema in questione.

Sì è vero, a volte, é comodo "restare fermi, non muoverci" per paura di dover prendere delle drastiche decisioni che ci facciano cambiare, improvvisamente, le nostre abitudini ed il nostro modo di rapportarci con il prossimo ma, anche e soprattutto, con noi stessi.

A tale proposito voglio trasmetterti uno stralcio dal libro, "Il Signore degli occhi" di Roberto Pazzi, che mi sembra confermi quanto ci siamo detti:

"Perché il bene è un sole insostenibile, uno specchio dove si riflettono cose di cui non sopportiamo la vista: i nodi del destino non saputi sciogliere, i rimorsi di non aver amato chi non c’è più, la perpetua visione di un’altra vita, che era già pronta per noi e che non abbiamo avuto la forza di abbracciare. E il ritorno degli stessi errori, l’ansia di scegliere, pacificata dalla scelta più facile, la golosità di aver tutto subito qui ora, la destrezza di mentire, affermando di aver scelto ciò che invece abbiamo soltanto subito. La sempre più spedita sostituzione della verità del nostro fallire, con la menzogna del fingere non agli altri, ma a noi stessi.
Il male non sa attendere il bene sì. E l’attesa è per gli uomini una tortura insopportabile. Io so che la fretta e l’ossessione della morte celano l’attrazione verso l’unica guarigione possibile dalla vita, inguaribilmente malata del nostro affanno" [....]


Se avrai desiderio di scrivere ancora in argomento ti leggerò molto volentieri.

Un caro saluto.

Gianfranco
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: LA CAVERNA   

Tornare in alto Andare in basso
 
LA CAVERNA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» A partire dal mito della caverna .......
» LE PAYS DES CONTES DE FÉES - Fantasyland
» ALADDIN

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
In Salus Mentis :: UNITALSI IN SIMPATIA :: News Personali-
Andare verso: