Il Forum degli Unitalsiani a Lourdes, Loreto, Fatima, Pompei, S. Pio.. di tutto di più!!
 
Sito  Ufficiale  U.N.I.T.A.L.S.I.Sito Ufficiale U.N.I.T.A.L.S.I.  Webcam GrottaWebcam Grotta  IndiceIndice  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 UN GRIDO SI LEVO'........

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: UN GRIDO SI LEVO'........   Lun Mar 09, 2009 7:04 pm

Carissimi,
dopo “il grido” lanciato da Admin, lo scorso febbraio, a proposito di InSalusRaffreddamentis, il raffreddamento, purtroppo, continua. A tale proposito sono stati fatti commenti a questo fatto che ora non intendo certo riprendere. Mi accingo invece a scrivere, non essendomi certo fatto “un canovaccio”, a ruota libera. Non garantisco pertanto il risultato. Scriverò quindi quello che mi sta passando per la mente in questo lunedì molto soleggiato, tiepido ma ventoso. Il vento mi rende nervoso ed è per me assai fastidioso. Il vento non è anche lo Spirito Santo? Il sole non è vita e luce che vince sulle tenebre? Sì certo ma, non sempre è così, principalmente nel nostro animo! Perché dunque ci facciamo prendere dal buio e produciamo ciò che, in effetti, non vorremmo? Qualcuno ha detto che il bene lo può conoscere solo chi ha già una natura buona. Che questa natura buona sia la morale? Kant, in proposito diceva: “ne sono moralmente certo che ci sia un Dio, che significa fede in Dio ed in un altro mondo”…. e non: “è moralmente certo”.... basilare differenza non vi pare? Quanto detto porta, sicuramente, ad una fede certa, incrollabile eppure, talvolta, ci comportiamo da uomini imperfetti (lo siamo per natura) e, come tali, il nostro agire oscilla, come un pendolo, tra bene e male, nonostante la fede e l’intelletto ci “pressino” verso “ il sole e la luce”. Molte volte mi sono chiesto se questa nostra imperfezione derivi dal fatto che siamo mortali perché all’origine abbiamo peccato e siamo stati cacciati da “quel luogo eterno e quindi immortale” Ma con il battesimo “non abbiamo fatto pace con Dio”? Sì certo, ma il libero arbitrio dove lo mettiamo? Lo mettiamo che ci pone nuovamente in condizione di peccare! Quindi il serpente, di biblica memoria, ci gira sempre attorno tentandoci in ogni istante della nostra esistenza? Certo che sì! Ma chi è questo serpentello? Lo abbiamo conosciuto in Genesi ma, donde viene? E’ certamente un mito. L’eziologia studia e spiega poi, appunto, tramite dei miti, fatti accaduti, indagando sulle cause di un fenomeno naturale o di una narrazione. Quindi: il serpentello=tentazione=possibile male, è un agente a noi esterno? Mah, personalmente propendo invece nel dire che il serpentello è dentro di noi. Se non erro, gli psichiatri dicono che esiste una sottilissima e fragile linea che divide la ragione dalla follia. Perché quindi questo non può valere per il bene ed il male? Aggiungo che anche Platone ha espresso, a suo modo, questo concetto assegnando tre anime all’uomo.
-razionale: sempre dedita al bene ed alla guida delle altre, con sede nella testa
-collerica aggressiva: predisposta quindi alla non razionalità, con sede nel torace
-concupiscibile: predisposta a desiderare il piacere, con sede nelle parti basse del corpo
Detto tutto ciò, non ci resta che piangere, come diceva il compianto attore napoletano Troisi? No certamente disse Spinoza:” Nec lugere neque detestari sed intelligere” (Non piangere, non imprecare, ma capire). Capire o almeno provarci a farlo, significa affidarsi a Dio nella preghiera, mettersi in contatto con Lui, ascoltarlo e ricevere in dono la possibilità di essere sempre orientati al bene per non oltrepassare quella sottile linea. La preghiera sì, ma non basta! Si deve poi volgere in opere, in concretezza. Quale dunque l’opera, la concretezza più alta se non la Carità? Carità intesa nel senso stretto, letterale della parola latina: portarci a esprimere il nostro Amore per il prossimo con azioni tangibili! Tutto molto semplice vero? Beh, l’Unitalsi non basa proprio il suo motto e le sue azioni sulla Carità? Comme d’habitude, per dirla con i francesi, mi sono dilungato assai. Anche se, solo sfiorati, si sono toccati molti concetti che, se approfonditi da tutti noi, rischierebbero di intasare il forum per i prossimi anni, per la felicità nostra e quella del caro amico Admin.
Infatti: Spirito Santo, Bene e male, Morale, Altro mondo, Fede e ragione, Imperfezione umana, Serpente, Peccato originale, Battesimo, Libero arbitrio, Anima, Preghiera e,infine, Carità.

Un fraterno abbraccio a tutti, nella speranza che siate arrivati, nella lettura, fin qui!

Gianfranco
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Mar Mar 10, 2009 1:02 am

Ciao Zio Parmi!

Ho appena finito di leggere il tuo scritto e sto cercando di mettere in ordine alcune idee..proviamo...

Hai parlato di libero arbitrio, Unitalsi e carità... vorrei soffermarmi sugli ultimi 2 termini.
Sono d'accordo con te quando dici che l'Unitalsi è carità e credo di leggere tra le righe che per te carità è anche partecipare attivamente al forum, portare avanti questo progetto anche con tutti gli impegni della nostra quotidianità.

Non voglio ripetermi su questo tema, perchè si è già scritto tanto in merito, però mi limito a dire che non passa giorno che io non entri nel forum anche solo per leggere se ci sono messaggi nuovi, o chi si è collegato e anche se tempo e fatica non mi permettono di scrivere sistematicamente, ho sempre un pensiero per tutti quanti voi e spero di non essere l'unica!

Presto ci sarà il pellegrinaggio giovani a Siracusa e sono sicura che porterà una ventata di freschezza e di entusiasmo anche perchè permetterà a molti di noi di incontrarsi di persona e rinsaldare rapporti nati tra queste pagine.

Nel frattempo noi che continuiamo a incontrarci in questo luogo, cerchiamo di fare del nostro meglio, ma senza allarmismi, e anche con la consapevolezza che questa casa è qualcosa di bello, valido, importante, ma che non deve farci perdere di vista il nostro obbiettivo reale che è quello di confrontarci e "caricarci" per vivere in maniera più consapevole nelle nostre sezioni, nei nostri gruppi, sapendo che facciamo parte di una grande famiglia, ma anche in famiglia, con gli amici e al lavoro.

Per molti giovani questo è il momento in cui si definiscono le linee guida del loro progetto di vita: lavoro, studio, famiglia, servizio o chissà, magari anche vocazione e questo può assorbire molte energie. Questo però non va preso come una mancanza di carità, perchè non lo è. Io sono fiduciosa che tra una laurea, un fidanzamento, un nuovo lavoro, etc. molti di noi torneranno a scrivere con più assiduità a patto che questo non debba diventare un assillo, perchè non c'è nulla di peggio che dover fare qualcosa per obbligo, tanto più se si tratta di raccontare sè stessi e condividere emozioni!

Vedo che mi sono dilungata anch'io, perciò termino con un forte abbraccio a tutti e in particolare a Zio Parmi e con una piccola licenza ....

VI VOGLIO BENE!!!!!!!!!!

Francesca
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Mar Mar 10, 2009 6:57 pm

Cara nipotina Francesca, non avevo dubbio alcuno che la prima risposta fosse tua!

E’ vero, il forum non deve essere un assillo e non volevo assolutamente dire che chi non è assiduo non è caritatevole. Ci mancherebbe altro! La Carità l’ho “messa” subito dopo la preghiera per dire appunto che servono anche, e soprattutto, le opere. La Carità, è l’agire più bello! Da parte mia, visto che era un po’ che non scrivevo, ho voluto raccontare ciò che, in quel momento, avevo in testa; l’ho fatto fin da giovane e sovente lo faccio ancora magari scrivendo su di un quaderno. Ritengo che i pensieri, le sensazioni di determinati momenti, anche se banali, non dovrebbero perdersi. Rileggerli poi, a distanza di tempo, in base a quello che ancora ti trasmettono, puoi misurare il tempo che passa ed il tuo cambiamento. Come hai visto ho toccato vari argomenti, senza pretese, è stato un ragionamento fatto davanti al computer. Ho così “preso due piccioni con una fava.” Scrivere e ricordare il forum: nulla di più.
Mi piacerebbe invece conoscere la tua e la vostra opinione sul dogma del peccato originale perché, da tempo, cerco di capire che cosa c’è oltre al mito del serpentello. Mi pare il Catechismo dica che la trasmissione del peccato originale è un mistero che non è possibile comprendere del tutto………….

Capisco benissimo ed approvo che voi giovani vi diate degli obiettivi e scegliate, per tempo, il vostro futuro. E’ la cosa più importante e necessaria da farsi. Senza una programmazione, senza obiettivi, non si va avanti, è facile arenarsi e disperdersi al primo intoppo.

Ti abbraccio anch’io e ti ringrazio del tempo dedicatomi.

Francesca, dimenticavo! Perché chiedere licenza? Il Bene e l'Amore sono le cose più belle, quelle che fanno girare il mondo…

Un caro saluto a tutte le amiche e gli amici del forum.

Zio Parmi- Gianfranco
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Mer Mar 11, 2009 12:17 am

Caro Zio Parmi - Gianfranco,

innanzitutto sono contenta che ci siamo chiariti sul discorso della carità, così abbiamo tolto il tarlo del dubbio...poi passo alla "licenza": diciamo che io sono una "finta dura" e solitamente non sono prodiga di parole affettuose, anche se è un pò una copertura, perciò non volevo abbituarvi a queste cose .... anche se hai ragione tu sul fatto che senza il bene e l'amore il mondo sarebbe poca cosa!

E passiamo ora al peccato originale ... mi becchi sul vivo, nel senso che uno dei corsi che sto seguendo (antropologia cristiana) affronta questo tema.... solo che non ho ancora iniziato a studiare e quindi per ora posso portare solo alcune indicazioni che mi ritornano dalla frequenza alle lezioni.

Innanzitutto, la Scrittura non appare molto preoccupata di spiegare il perchè del male e la sua origine, ma è molto più attenta a ricordare il progetto di amore e redenzione che Dio ha per l'uomo, nonostante il peccato. Se si analizza l'antico Testamento, a parte il passo della Genesi che hai citato (che va comunque letto in relazione a quanto precede e quanto segue) e alcuni libri Sapienzali (v. Giobbe), prevalgono i passi in cui si parla dell'amore di Dio, del Suo intervento a favore dell'uomo e di come sia Lui a guidare la storia.

Il problema del peccato originale ricompare nella letteratura dei primi cristiani (da San Paolo in poi) in relazione alla problematica del Battesimo e della salvezza dei non Battezzati nel nome di Gesù. Su questo c'è stata una lunghissima letteratura che si è modificata nel corso dei secoli e che ha il suo vertice nel Concilio di Trento, in risposta alla visione dell'uomo (negativa) presentata da Lutero e portata avanti nella riforma protestante.

In sintesi il problema del male è presentato così: i nostri progenitori hanno peccato, rifiutando l'amore di Dio e pensando di poter fare a meno di Lui. Dal momento che nell'universo esiste il principio di solidarietà, il peccato commesso da Adamo ed Eva si è diffuso per propagazione (e non per generazione, come affermavano i primi Padri della Chiesa e Sant'Agostino) estendendosi all'intera famiglia umana.

Tuttavia, anche qui, il primato NON è del PECCATO, ma della GRAZIA. La storia dell'uomo che emerge dalla Scrittura è anche detta historia salutis e può essere rappresentata come una strada in cui Dio interviene continuamente a favore dell'uomo con interventi che si chiamano Acta Dei. In quest'ottica la storia della Salvezza non si ferma a Gesù, ma si estende nel tempo della Chiesa attraverso i Sacramenti, che sono dei veri interventi di Dio e momenti in cui l'uomo incontra Dio e la Sua grazia.

Per ora mi fermo, perchè il mio limitato studio non mi permette di andare oltre senza incorrere nel rischio di scrivere qualche strafalcione!
Non è esattamente il "mio" pensiero su questo tema, nel senso che non ho ancora finito di metabolizzare il tutto per farmi un'idea personale, ma spero di aver soddisfatto la tua curiosità!!

Un abbraccio a tutti!!!

Francesca
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Mer Mar 11, 2009 12:00 pm

Scordavo di dirti, se ti interessa l'argomento, c'è un bel libro di I. Sanna che si intitola "Chiamati per nome" che parla di queste cose (per me è un pò meno bello visto che lo devo studiare, ma altrimenti è scritto bene). Lo trovi dalle Paoline e se non dovessero averlo subito disponibile nel giro di una settimana te lo procurano!

Scappo al lavoro!!!!!!

Ciao Ciao

Francesca
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Gio Mar 12, 2009 1:06 am

Ciao nipotina Francesca....non sarò breve...ma,

chiarita la Carità, passiamo quindi al peccato originale del quale non so molto e, pertanto, mi sto documentando. Cade quindi a fagiolo il tuo suggerimento sul libro di Sanna. Grazie!
Dicevo di non sapere molto pertanto cerco di riordinare le idee:

---Come è entrato il male nel mondo

S. Paolo: ” Il peccato e la morte sono entrati nel mondo per colpa dell’uomo stesso.” (Rm 5,12) Ed ancora, “Per colpa di uno solo si è riversata su tutti gli uomini la condanna…per la disobbedienza di uno solo tutti sono stati costituiti peccatori” (Rm 5,18-19)

Già qui una nota mia personale: ma Eva?? Perché Adamo è il solo colpevole? Inezie…

-----Il concilio di Trento

Come correttamente hai detto, ha tentato di dirimere la controversia tra il pelagianesimo, che diceva che l’uomo, in fin dei conti, al di là del cattivo esempio ricevuto dai progenitori, è sano e può vivere onestamente, senza l’aiuto della grazia di Dio, ed il protestantesimo che sosteneva che l’uomo viene al mondo totalmente corrotto e inclinato al male, senza vera libertà, incapace perfino di cooperare con la grazie divina. Il concilio respinge queste tesi e dice: “il peccato primordiale ha causato la perdita della giustizia originale per loro e per tutti i discendenti; il peccato originale ereditario è in ogni uomo per il solo fatto di nascere, in quanto riceve una natura umana privata della giustizia divina[….] la corruzione non è totale e la libertà può e deve cooperare con la grazia […] Il peccato è soppresso con il battesimo”….. (fonte: Il catechismo per adulti - CEI)
Ho capito bene che il peccato è nella natura umana e quindi un bimbo appena nato è già nel peccato ed il battesimo lo riconcilia con Dio. E’ pertanto un peccato “contratto”, non “commesso”.

---Diffusione del peccato

Giusto! Per propagazione! (Propagatione, non imitatione, transfusum) Sempre il Catechismo però dice: “Questa trasmissione rimane un mistero che non possiamo comprendere appieno.”

--Grazia, Salvezza e Sacramento del Battesimo

Nulla da obiettare! Agostino disse che: “senza Cristo gli uomini sono una massa di dannati.”

---Il mio problema è....... “all’origine.”

Infatti perché in Efesini 1,4 si dice:” Dio ci ha scelti, prima della creazione del mondo per essere santi ed immacolati” Quindi esistevamo nella mente di Dio, già al momento del peccato e della cacciata di Adamo e Eva.

A questo proposito riporto testualmente quanto scrive Vito Mancuso (dottore in teologia sistemistica ed insegnante, al S. Raffaele di Milano, di teologia moderna e contemporanea) nel suo libro, “Rifondazione della Fede”:
“…esistevamo già e Lui sapeva che saremmo arrivati e che avremmo vissuto in questo mondo straniero dove la forza, e non il bene, è la regina, lo sapeva e ciononostante ha voluto mutare il nostro destino, il destino di tutti, a causa di una piccola infrazione commessa dai primi due sprovveduti.”
Beh, sulla “piccola infrazione” non condivido di certo; peccato di superbia nei confronti di Dio!

Sempre dal libro sopracitato di Mancuso leggo che Tommaso D’Aquino disse: “quel bambino che muore nel deserto senza battesimo, non consegue la salvezza.” (“ille puer in deserto moriens sine baptismo, salutem non consequitur:”)

Che posso dire io? Posso solo confermare che continuerò a cercare, cercare di capire ma sarà un’impresa difficilissima, direi impossibile! In fin dei conti, il peccato originale è un dogma e, come tale, è un principio assoluto, affermato come verità indiscutibile.

Questo mi riporta alla memoria Dante che dice, a proposito della Santa Trinità: “ Matto è chi spera che nostra ragione possa trascorrer la infinita via che tiene una sustanza in tre persone.” (Purg. III)

Francesca, grazie per avermi dato la possibilità di proseguire nella riflessione.

Un abbraccio ed un caro saluto a tutti!

Zio Parmi - Gianfranco
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Ven Mar 20, 2009 1:06 am

Ciao zio Parmi (e ciao a tutti naturalmente!!!)
Scusa l'assenza, ma come ho scritto altrove sono in pieno svolgimento esami, senza contare che la Pasqua si avvicina e i lavoretti con i bambini mi stanno mettendo a dura prova! Quest'anno ho avuto la malsana idea di far realizzare un mosaico con i gusci d'uovo ... sembrava facile, ma nulla è così come appare!!! Perciò allo stato attuale, ancora non so se ne uscirò viva ... e mancano ancora 2 settimane di lezione!!!!!!

A proposito, hai trovato il libro che ti dicevo? A lezione la prof ci ha citato altri autori che potrebbero interessarti sul tema del peccato originale, appena trovo un attimo ( Question ) riprendo gli appunti e cerco di trovarli!

A proposito di tempo ... VIKTOR non mi sono dimenticata di te! Prometto che prima di Pasqua ti mando le foto dell'Isola Rossa!!! Promesso, promesso, promesso!!! Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Ven Mar 20, 2009 1:23 am

Ben ritrovata cara nipotina Francesca!!

Complimenti per l'esame superato e per i tuoi molteplici impegni che riesci a sbrigare sempre e comunque...vero?

Io invece non riesco a trovare "Chiamati per nome" le ricerche però continuano.....se poi mi darai altri titoli vedrò di "spendere un po' di soldini"... per la virtute e la canoscenza
Questa mattina con alcuni amici unitalsiani, abbiamo scaricato un camion pieno di confezioni d'ulivo che serviranno per il 21 e 22 per la città di Milano. Indovina di che cosa sono riuscito a far parlare, nonostante il fiatone ed un leggero mal di schiena, i miei compagni di sventura?. Comunque niente di che....si sono arrampicati tutti sugli specchi insaponati.....

Un caro saluto, a presto!

Zio Parmi
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Lun Mar 23, 2009 8:27 pm

Ciao zio Parmi!!

Sullo sbrigare tutti gli impegni sempre e comunque non ne sarei così sicura!!! Ci si prova, ma a volte .... per esempio, oggi dovevamo iniziare il mosaico con i gusci d'uovo e invece ... da ieri sera sono a letto con la febbre che ha raggiunto i 39 e 7!!!!!!!! Insomma, impegnata sì, wonderwoman no!!!!!!!!!!

A presto!

Francesca
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
parmi

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 635
Età : 71
Localizzazione : Milano
Data d'iscrizione : 29.10.08

MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   Mar Mar 24, 2009 12:52 am

Ciao nipotina Francesca,

un'osservazione: si vede che sei abituata a fare...... le cose in grande! Non bastava, ad esempio, la febbre a 38................??

Scherzi a parte, ti auguro tu possa riprenderti velocemente.

Aspetto tue news ed ancora cari auguri.

Zio Parmi
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: UN GRIDO SI LEVO'........   

Tornare in alto Andare in basso
 
UN GRIDO SI LEVO'........
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il grido della mantide (Lynda La Plante)
» L' Autolesionismo: l'Urlo senza Voce
» come togliere i pelucchi dal fimo?
» UN GRIDO FINO AL CIELO di Anne Rice

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
In Salus Mentis :: UNITALSI IN SIMPATIA :: News Personali-
Andare verso: