Il Forum degli Unitalsiani a Lourdes, Loreto, Fatima, Pompei, S. Pio.. di tutto di più!!
 
Sito  Ufficiale  U.N.I.T.A.L.S.I.Sito Ufficiale U.N.I.T.A.L.S.I.  Webcam GrottaWebcam Grotta  IndiceIndice  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 BERNADETTE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
TONCY

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 323
Età : 54
Localizzazione : TORINO
Data d'iscrizione : 12.09.07

MessaggioTitolo: BERNADETTE   Mer Gen 23, 2008 3:46 pm

Un saluto a tutti voi,

ho inaugurato questo post perchè tutti noi abbiamo nel cuore La Santa Vergine e la piccola Bernadette. Vorrei iniziare insiene a voi riflettere sull'importanza delle Apparizioni che sono avvenute a Lourdes, dato che quest'anno il Santuario celebra il 150° anniversario.

Per vivificare questo Giubileo mi piacererebbe condividere le emozioni, le prime volte dell'icontro con Maria alla Grotta, incontrare Bernadette nel suo animo, nel suo cuore e nei suoi pensieri. Ci stiamo avvicinando all'11 febbraio e colgo l'occasione di chi ne ha la possibilità di vivere il periodo delle aaparizioni come se fosse nell'oggi.

Vivere giorno per giorno gli insegnamenti della Santa Vergine, guardare il contesto sociale di quel periodo per assaporare a 360° gradi questo straordinario disegno d'Amore che Dio ha avuto per gli uomini.

Sarebbe bello capire l'ingenuità della piccola veggente, la scaltrezza e l'indifferenza dell'evento da parte delle autorità locali, la prudenza di Peyramale, le angoscie e le sofferenze dei genitori di Bernadette.

Chi di noi sa un pezzo della storia, inizi a scrivere, a commentare cio che è avvenuto 150 anni fa. Facciamo in modo che un pezzo di Massabielle virtualmente sia in mezzo a noi. Proviamo a vivere questo evento straordinario nella vita di tutti i giorni. Perchè no?

_________________
TONINO & POMPEA
------------------------------------------------------------
La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». [Gv 2,5] da Le nozze di Cana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lourdes-italia.it
TONCY

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 323
Età : 54
Localizzazione : TORINO
Data d'iscrizione : 12.09.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Mer Gen 23, 2008 3:54 pm

... e allora inizio io:

LOURDES 1844 - IL CONTESTO DELLE APPARIZIONI

Nel 1858 Napoleone III regna da sei anni in una Francia che sta cambiando completamente a livello sociale ed economico. Lourdes è una piccola cittadina tranquilla di 4000 abitanti costruita intorno al suo castello, , capoluogo del dipartimento dei Bassi Pirenei. Monsignor Bertrand-Sévère Laurence è il vescovo della diocesi di Tarbes dal 1844. Nel 1855 l'Abbé Peyramale è il parroco di Lourdes. Lourdes era una piccola borgata un paese semplice come tanti altri, un paese di circa 4.000 abitanti. E' piena di vitalità attraverso artigiani, commercianti, mugnai e tagliatori di pietra che animano l’economia locale; contadini che vengono attirati da mercati e fiere di bestiame. E' anche una città turistica, famosa a quel tempo per le acque termali. I mulini sono numerosi; la maggior parte di loro si trovano fuori da Lourdes, lungo un ruscello che si getta nel Gave: il Lapacca. Lì macinavano e segale portata dai contadini della valle.


Nel 1858 Napoleone III regna da sei anni in una Francia che sta cambiando completamente a livello sociale ed economico. Lourdes è una piccola cittadina tranquilla di 4000 abitanti costruita intorno al suo castello, , capoluogo del dipartimento dei Bassi Pirenei. Monsignor Bertrand-Sévère Laurence è il vescovo della diocesi di Tarbes dal 1844. Nel 1855 l'Abbé Peyramale è il parroco di Lourdes. Lourdes era una piccola borgata un paese semplice come tanti altri, un paese di circa 4.000 abitanti. E' piena di vitalità attraverso artigiani, commercianti, mugnai e tagliatori di pietra che animano l’economia locale; contadini che vengono attirati da mercati e fiere di bestiame. E' anche una città turistica, famosa a quel tempo per le acque termali. I mulini sono numerosi; la maggior parte di loro si trovano fuori da Lourdes, lungo un ruscello che si getta nel Gave: il Lapacca. Lì macinavano grano e segale portata dai contadini della valle.



--------------------------------------------------------------------------------

LOURDES 1841 - LA FAMIGLIA SOUBIROUS


Nel mese di luglio 1841 Justine Casterot, mugnaio, muore a causa di un incidente. La moglie Claire ritrovatasi vedova è costretta a trovare un uomo per mandare avanti il Mulino di Boly; allora fa sposare una delle tre figlie, Bernarde, la maggiore, con François Soubirous. L’uomo accetta, ma sposa la più giovane Louise, di cui si era innamorato.

--------------------------------------------------------


Domani andremo avanti con il resto della storia...

ciao da Toncy

_________________
TONINO & POMPEA
------------------------------------------------------------
La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». [Gv 2,5] da Le nozze di Cana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lourdes-italia.it
TONCY

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 323
Età : 54
Localizzazione : TORINO
Data d'iscrizione : 12.09.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Gio Gen 24, 2008 4:10 pm

Ciao, ed eccomi nel continuare questa storia meravigliosa:

il 9 gennaio 1844 François Soubirous sposa Louise Casterot nella chiesa di San Pietro a Lourdes; un anno dopo, precisamente nasce Bernadette, la loro primogenita che viene battezzata due giorni dopo nel fonte battesimale che ancora oggi è possibile vedere nella chiesa parrocchiale.

La bambina abiterà per dieci anni con i suoi genitori, François Soubirous e Louise Castérot, dei mugnai che si guadagnano onestamente la vita. Bernadette chiamerà questo luogo "il Mulino della felicità", perché lì scoprirà una cosa molto importante per la vita di tutti gli uomini: l'amore.

Lei stessa dirà: "Papà e mamma si amavano". Questa esperienza farà di lei una persona profondamente equilibrata soprattutto nel momento delle prove, della miseria e della malattia.

(continua...)

Una buona giornata tutti da

_________________
TONINO & POMPEA
------------------------------------------------------------
La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». [Gv 2,5] da Le nozze di Cana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lourdes-italia.it
andrea

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 288
Età : 33
Localizzazione : lamezia terme meglio conosciuta come zingarilandia
Data d'iscrizione : 28.08.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Ven Gen 25, 2008 2:13 am

caro tonyc e splendido sentirti raccontare la storia di Bernadetta, questa storia che io tempo fà quando facevo il serviziocivile a lourdes puntualmente ogni quattro o otto giorni raccontavo a disabili e pellegrini, tutti loro rimanevano stupiti d quello che io dicevo e alla fine mi ringraziavano alcuni si congratulavano addirittura, ed io ero sempre piu felice di farli, di rispondere alle domande che mi ponevano anche le piu stupide che però non lo erano, molti mi domandavano nel mulino della felicita se l'arredamento era vero originale della famiglia soubirous, e tante e tante altre domande, ogni una aveva per coloro che me la ponevano un significato, era un quesito a cui non avevano risposta che nessuno mai era riuscito a dargli nemmeno tutti i film che passano in televisione, ora sentirlo raccontare da un altra persona mi fa venire la pelle d'oca, ogni parola letta mi fa tornare indietro nel tempo a quando le dicevo io, a quando le persone il giorno dopo mi fermavano e mi dicevano ma da quanto tempo stai qui e il loro stupore nel sentire il mio solo da pochi mesi. scusate ma la nostalgia di quella grotta di quella nicchia dov'è apparsa la nostra mammina e tanta e volevo condividere con voi la mia nostalgia

TONCY continua nel racconto e se ti serve aiuto non esitare a chiedere ok ciao a presto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TONCY

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 323
Età : 54
Localizzazione : TORINO
Data d'iscrizione : 12.09.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Lun Gen 28, 2008 4:11 pm

Ciao ragazzi e ragazze, senza farlo apposta il mio racconto su Bernadette e lo speciale TG1 andato in onda ieri sera sul miracolo Lourdes sanno di coincidenza vera e propria; ormai è da mesi che non compro più una guida TV. Non ho ancora visto lo speciale, me lo sono fatto registrare e lo guardero con calma questa settimana, appena avrò un po' di tempo.

Volevo salutare e ringraziare Andrea per le belle parole che mi ha rivolto;
se sentiamo nostro il messaggio di Lourdes dobbiamo stupirci anche noi tutte le volte che torniamo a Lourdes, come se fosse la prima volta!

--------------------------------------------------------------------

Vorrei oggi soffermarmi sui miei due post precedenti, perchè tutta la storia è impregnata di Dio; tutto è stato preparato alla perfezione; l'epoca, il luogo e le persone. Tutto combacia.

Bisognerebbe stupirsi per accostarsi a questa storia. La famiglia che vive il suo momento magico destinato a rompersi come un castello di carta; la piccola Bernadette che scopre di essere asmatica, iniziano le prime visite dai medici. François e Luise sono una famiglia che oltre al lavoro inpegnato nel Mulino di Boly hanno dei sentimenti, hanno un buon cuore: hanno un difetto: obbedire al loro cuore, sono troppo accomodanti con i clienti, a chi non poteva saldare il debito dicevano: "Pagheranno quanto potranno".

Nella loro umiltà hanno capito di fare la volonta di Dio attraverso la preghiera, la carità, insegnando a pregare a Bernadette il Rosario, le preghiere del mattino e della sera, le preghiere semplici degli umili.

Non hanno pretese. A loro basta l'amore e il lavoro per poter vivere degnamente.

E' emozionante vedere nella chiesa parrocchiale di Lourdes, il fonte battesimale dove fu battezzata Bernadette, e quel frammento dell'atto battesimale bruciacchiato.

Mi piace ricordare qui il battesimo di Bernadette che ci ricorda quello nostro. Alcuni segni del battesimo: l'acqua e la luce ma soprattutto è che siamo diventati "Figli di Dio"; l'acqua, che ci toglie il segno del peccato originale, e la luce, segno dell'appartenenza a Dio; l'essere consacrati vuol dire appartenere alla realta di Dio come fecero i genitori di Bernadette; battezzata appena due giorni dopo la nascita.

Oggi mi domando: per noi che senso ha il battesimo oggi? come viviamo e testimoniamo al mondo l'essere consacrati a Dio? Forse la risposta la possiamo trovare nell'accettare la misericordia di Dio e fare la sua volontà.

Ciao e alla prossima...

_________________
TONINO & POMPEA
------------------------------------------------------------
La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». [Gv 2,5] da Le nozze di Cana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lourdes-italia.it
Antonella

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1190
Età : 41
Localizzazione : L'Aquila
Data d'iscrizione : 19.09.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Lun Gen 28, 2008 5:01 pm

TONCY ha scritto:
per noi che senso ha il battesimo oggi? come viviamo e testimoniamo al mondo l'essere consacrati a Dio? Forse la risposta la possiamo trovare nell'accettare la misericordia di Dio e fare la sua volontà.


Con il battesimo diventiamo cristiani...partecipiamo alla vita di Cristo...alla sua gioia, alle sue sofferenze, alla sua morte e alla sua Resurrezione!!
Noi siamo partecipi della vita di Cristo nello spirito, nella libertà e nella pace interiore.
Attraverso il battesimo veniamo trasformati, il nostro spirito si unisce a Cristo...
Quanto mi dà fastidio sentir dire da certe persone che i genitori battezzandoli hanno scelto per loro.....CHE SCEMENZA PAZZESCA!!!!!
Per fortuna tutti abbiamo una testa per pensare e, quindi, se nn condividiamo un certo modo di pensare o cmq una certa cultura siamo liberissimi di seguire il cammino che riteniamo a noi più confacente...del resto la conferma del battesimo avviene con la cresima quindi.......per l'età della cresima dovremmo essere capaci di scegliere con la nostra testa!!
Intanto con il battesimo i genitori ci indirizzano verso un certo tipo di cammino che per loro può essere il più opportuno...poi nel corso della vita si può cambiare...come preferiamo!!
.....che darei per ricordare il giorno del mio battesimo.....impossibile.....ero trooooooooppo piccola!! Smile Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
TONCY

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 323
Età : 54
Localizzazione : TORINO
Data d'iscrizione : 12.09.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Gio Gen 31, 2008 4:12 pm

Proseguo con il racconto in sintesi della vita di Bernadette:

A partire dal 1854 molti avvenimenti sconvolgono la vita della famiglia di Bernadette:

Nal novembre del 1844 Louise viene ustionata ad un seno da una candela; Bernadette non può essere più allattata. E’ affidata ad una nutrice a Bartres. Alcuni mesi più tardi, nell'aprile 1845 nasce Giovanni, il secondo figlio ma muore dopo due mesi.

La salute di Bernadette incomincia a preoccupare: le viene diagnosticata un’asma che conserverà per tutta la vita. La sua salute diventa fragile.

François Soubirous perde un occhio riparando una macina: una scheggia gli si conficca nell’occhio sinistro.

Il progresso industriale si fa sempre più minaccioso e incomincia ad estendersi anche nelle regioni più povere della Francia. Iniziano a vedersi le prime macchine a vapore e i mulini ad acqua ne risentono. I Soubirous non hanno il senso degli affari, ubbidiscono più al loro buon cuore che ai loro interessi. François è accomodante con i clienti: “Pagheranno, quando potranno”.

Finisce il periodo della felicità e inizia il periodo delle prove ma i Soubirous riescono a superarle con la forza dell’amore e della preghiera. I Soubirous sono costretti a lasciare il Mulino e trovano un’abitazione presso la Casa Laborde. I genitori trovano dei lavori occasionali. La miseria si fa sempre più sentire. A stento riescono a sfamare i loro quattro figli.

Nell'autunno del 1855 una terribile epidemia di colera scoppia a Lourdes. Muoiono 38 persone. Anche Bernadette si ammala: guarisce per un soffio.

Con la morte della nonna i genitori di Bernadette tentano di ristabilirsi affittando un mulino e comprando un po’ di bestiame ma non riescono a reagire di fronte ad uno sviluppo economico sempre più agguerrito e concorrenziale. A causa di questa crisi, per avere “una bocca in meno da sfamare”, Bernadette è impiegata come inserviente per i lavori di casa e come cameriera nella taverna della madrina Bernarde Casterot.

... posso solo dire che questi eventi così sconvolgenti preparano tuttavia qualcosa di meraviglioso.

Ciao.

_________________
TONINO & POMPEA
------------------------------------------------------------
La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». [Gv 2,5] da Le nozze di Cana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lourdes-italia.it
TONCY

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 323
Età : 54
Localizzazione : TORINO
Data d'iscrizione : 12.09.07

MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   Sab Feb 09, 2008 12:22 am

Ciao, tutto bene? Ci stiamo avvicinando alla prima apparizione, di Lourdes, come è bello ed emozionante condividere anche con voi questo momento. Con lo spirito, sono davanti alla grotta con tutti voi. Ecco mi par di vedervi: chi recita il Rosario, chi in silenzio si affida alla Vergine, chi accende un cero, chi beve all fontana e c'è chi passa dentro la grotta toccando una roccia, fredda, umida e bagnata ma piena e carica di significati. Tutto questo sotto lo sguardo della Santa Vergine. Ed in sottofondo il fiume che scorre dietro di noi che sembra dire anche lui: "Ave Maria".

Proseguo con alcune note prima di addentrarci nel mistero delle apparizioni.



1857 - I Soubirous sono di nuovo in strada. Riescono a trovare un riparo in un’ex-prigione municipale. Un loro cugino, mosso da compassione, presta un locale di 3,77 metri per 4,40 metri, maleodorante, scuro, umido: il cachot. Le finestre erano fornite di sbarre, vi si trovavano tre letti per sei persone, un tavolo, degli sgabelli, una cassapanca per la biancheria, due assi di legno sul lavandino, un camino senza fuoco né legna.

Chi oggi visita il cachot non potrà che ricordarsi di quel messaggio che Gesù disse nelle beatitudini: “Beati i poveri perché di essi è il regno dei cieli”. I Soubirous ne sono i testimoni perché erano i più poveri, ma nel loro cuore c’era l’Amore che spianava ogni avversità. Ecco perché la Vergine ha scelto Bernadette, la più povera e la più semplice.

27 marzo 1857 - François viene arrestato perché accusato di aver rubato due sacchi di farina. Viene rilasciato otto giorni dopo perché riconosciuto innocente. Accusato solo perché era povero e sprovvisto di tutto.

Settembre 1857 - Ora Bernadette ha 13 anni e desidera fare la prima comunione ma François invia di nuovo Bernadette a Bartres presso la sua nutrice, Maria Lagües, per rendere meno gravosa la situazione economica in ambito familiare.
Di giorno Bernadette fa la pastorella, di sera la nutrice cerca di insegnarle il catechismo ma Bernadette ha scarsa memoria e la nutrice poca pazienza.

Spinta dalla forte nostalgia dei suoi e di Lourdes, Bernadette lascia definitivamente Bartres per far ritorno nella miseria del Cachot

(... continua...)

CIAO E BUON WEEK-END!!!

_________________
TONINO & POMPEA
------------------------------------------------------------
La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dirà». [Gv 2,5] da Le nozze di Cana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.lourdes-italia.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: BERNADETTE   

Tornare in alto Andare in basso
 
BERNADETTE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
In Salus Mentis :: IL MISTERO DELLA FEDE :: Poeticando sui passi di Bernadette-
Andare verso: