Il Forum degli Unitalsiani a Lourdes, Loreto, Fatima, Pompei, S. Pio.. di tutto di più!!
 
Sito  Ufficiale  U.N.I.T.A.L.S.I.Sito Ufficiale U.N.I.T.A.L.S.I.  Webcam GrottaWebcam Grotta  IndiceIndice  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 L'uomo "incinto"...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Antonella

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1190
Età : 41
Localizzazione : L'Aquila
Data d'iscrizione : 19.09.07

MessaggioTitolo: L'uomo "incinto"...   Sab Lug 05, 2008 10:54 am

... vi prego, parliamone!!

Troppo sconvolgente questa cosa... a leggere certe notizie ci si rende conto come, in determinate circostanze, le persone possano esser cariche di egoismo!

... ma dico io... la persona che ha deciso di fare questa cosa e anche i medici che l'hanno assecondata come pensano di sentirsi nei confronti di quella povera creatura che nn c'entra niente?!

Mi viene da ridere quando sento qualcuno dire che in tutto ciò nn c'è niente di male e visto che la compagna di questo/a tizio/a ha una malattia che le impedisce la maternità e lui, invece, può restare incinto ha fatto l'inseminazione artificiale...
E poi... la cosa che mi fa ridere ancor più è che al bambino nn servirebbe una figura maschile e una femminile bensì tanto amore da parte di due persone che sappiano accompagnarlo nelle varie fasi della vita... ed ancora... il bambino nn sentirà la mancanza di niente, anzi imparerà il rispetto per gli altri, per le differenze... ma stiamo scherzando??
Già nella società di oggi è difficile riuscire ad educare un figlio come si deve... ci mettiamo di mezzo pure queste assurdità?

Scusate ma secondo me viviamo in un mondo a tratti schifoso... provo ribrezzo verso la persona che ha fatto questa cosa e verso i medici compiacenti!

Nn ci sono parole per commentare un atto così riprovevole... ma come si fa a scavalcare la natura in maniera così spudorata?
E nn vuol essere una questione di razzismo perchè, per carità, le diversità esistono e alla fine vanno sapute rispettare.. però quando si cade nell'eccesso...... no, nn va bene!! Nn ci siamo!!
Nn si possono modificare le leggi di natura, nn si può andare contro il normale svolgimento degli eventi... perchè l'uomo vuole sfidare a tutti i costi la potenza della natura?

Dico semplicemente una cosa... a questo punto invece di evidenziare notizie di questo tipo che sono veramente riprovevoli si desse spazio a cose più importanti anzi alle cose veramente importanti!
... e se queste schifezze devono esistere, almeno le facessero nel silenzio...

_________________
Nihil difficile volenti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   Sab Lug 05, 2008 3:55 pm

Hai ragione Antonella, a volte sento delle notizie così schifose, che mi chiedo fino a che punto sia malata la nostra società e se ci siano speranze di rimetterci in carreggiata.
Non solo penso che stiamo andando contro natura, ma anche contro ragione. Un bambino per crescere sano ha bisogno di una figura femminile e di una maschile, ma soprattutto ha bisogno di paletti chiari. Poi, da grande, potrà farsi tutti queli discorsi cretini di cui parlavi sopra, ma se prima non ha delle certezze su chi è lui, chi l'ha messo al mondo e la differenza tra maschio e femmina è destinato a sclerare. Tu pensa che a scuola io vedo lontano un miglio la differenza tra un bambino con una famiglia con problemi o divisa e i bambini che vivono in una famiglia "sana". I primi sono quasi sempre iperattivi e più distratti, i secondi sono più equilibrati. Io ho anche alunni orfani di un genitore e ti dirò che con mia grande sorpresa sono più tranquilli loro di quelli che una famiglia vera e propria non ce l'hanno per altri motivi. Forse perchè il lutto fa parte della dimensione naturale della vita, altre cose no.
Eppure nonostante queste cose siano evidenti a chi ha un pò di sale in zucca e conosca un minimo i bambini, sempre più spesso leggo e vedo cose disgustose. E la cosa ancora più aberrante è che mentre si acciaccano i diritti fondamentali dei bambini, non ci si fa scrupoli ad attaccare gli educatori che nel tentativo di guidare i ragazzi ricorrono a qualche punizione, o nel caso della scuola a voti bassi. Pensa che 2 mesi fa nella Parrocchia vicina alla mia due catechiste sono state rimosse dall'incarico per aver punito un pò troppo duramente degli adolescenti che prendevano in giro una bambina disabile. la decisione si è resa necessaria data l'insubordinazione dei genitori dei ragazzi che rischiava di destabilizzare l'intera comunità parrocchiale.
Io credo che in realtà, tutto questi fenomeni che sembrano essere a favore della diversità, in realtà è la vogliono proprio evitare. Viviamo in una società che ha paura delle diversità e vuole omologare tutto in un qualcosa di informe per sfuggire dalla difficoltà del confronto. Penso agli omosessuali o a come viene gestita la convivenza tra religioni diverse. Piuttosto che dialogare e trovare ciò che vale in ognuna di loro, si preferisce dire che è un fatto personale ed eliminare i segni visibili della nostra religione pur di evitare il confronto. E ancora, ho letto settimana scorsa che per chi non riesce a trovare un fidanzato / a è entrato in commercio un robot personalizzabile, capace anche di baciare e di scambiare effusioni. Ti rendi conto baciare un robot?!? Questa è l'apoteosi dell'egoismo e della paura del confronto con l'altro! Per quanto riguarda i medici compiacenti, bè la ricerca muove interessi economici mostruosi e in nome di questi tutto il resto passa in secondo piano. Fa schifo anche a me. In tutto questo schifo a volte mi sembra che la Chiesa e gli uomini di fede in generale siano gli unici, pur con tutti i limiti e gli erroro, a difendere l'UMANITA' della persona. E penso che noi siamo molto fortunati e abbiamo una grande responsabilità: quella di continuare il nostro servizio nonostante le varie delusioni perchè se molliamo noi, la società diventa ancora meno umana
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
MauroDiGaeta

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 70
Età : 35
Localizzazione : Gaeta (LT)
Data d'iscrizione : 30.04.08

MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   Sab Lug 05, 2008 5:08 pm

come si dice nei forum: quoto!
Però non fatevi ingannare! Colui/colei che è rimasta incinta era (ed è..) una donna. E' stata qualche legge americana a permettere che una donna sotto una forte cura ormonale, dopo aver eliminato le mammelle, fosse registrata come "maschio". Ma aveva conservato la cosa più preziosa di una donna: la possibilità di generare un bambino. Insomma, la natura è stata forzata in tutti i modi, ma almeno la gravidanza sta proseguendo naturalmente, come dovrebbe essere in una qualsiasi donna!

"maschio incinto" è solo un bel titolo per i giornali.

In tutto questo non dimentichiamo le difficoltà e le sofferenze di chi nasce uomo o donna, ma ha avuto difficoltà nella formazione della propria identità sessuale, e si ritrova con tendenze profondamente radicate, difficilissime da gestire. Sicuramente la cosiddetta "cultura gay friendly" non li sta aiutando, quando fa loro sognare "diritti" che non sono tali, ma più che altro consistono nello sminuire i diritti degli altri, soprattutto quelli dei più piccoli.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://cool.altervista.org
Antonella

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1190
Età : 41
Localizzazione : L'Aquila
Data d'iscrizione : 19.09.07

MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   Sab Lug 05, 2008 6:09 pm

Sì Mauro, sicuramente è solo un bel titolo di giornale... ma è sbagliato il concetto in sè!!!

Come si può permettere che una povera creatura debba nascere e crescere in un ambiente in cui manca l'elemento maschile o quello femminile??
Fin quando è Dio che decide di "togliere" un genitore senza, magari, lasciare nemmeno un ricordo del padre o della madre allora siamo d'accordo!!... ma quando è l'uomo che con la sua testa matta decide che debbano avvenire certe cose... allora proprio nn posso comprendere!!!

Per carità... alla fine le deviazioni sessuali se vogliamo sono malattie... però dai... certe cose veramente nn si dovrebbero nemmeno sognare!!!

Purtroppo viviamo in una società "malata" dove certi valori e certi principi vengono messi sotto i piedi...........

_________________
Nihil difficile volenti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Leonardo

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 254
Età : 56
Localizzazione : Firenze
Data d'iscrizione : 17.10.07

MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   Sab Lug 05, 2008 11:54 pm

Sono convintissimo che un bambino, che non chiede di nascere, abbia il sacrosanto diritto di avere un padre e una madre e non condivido l' accanimento terapeutico a cui si sottopongono tante coppie pur di avere un figlio, è Lui che decide e a niente serve l' insistenza dell' uomo. Non credo però che la nostra società sia così "gravemente malata", ogni periodo storico ha avuto le sue nefandezze, le sue follie, ma sono casi eclatanti, alla fine non così comuni. Se ci guardiamo intorno vediamo tante famiglie normali, tanti bambini seguiti e ben educati, tanti bambini amati
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
francescaunitalsiumbra

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 372
Età : 42
Localizzazione : città della pieve (pg)
Data d'iscrizione : 29.04.08

MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   Dom Lug 06, 2008 12:04 am

Grazie Leus per la tua saggezza. E' vero che si dice "fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce", però di questi tempi c'è un bombardamento mediatico assurdo che sembra volerci convincere che tutto va male e a volte è difficile distinguere la realtà dalla finzione. E comunque sono d'accordo con Antonella quando dice che non bisognerebbe dare voce a questi fatti. E non per oscurantismo, ma perchè parlare continuamente del male contribuisce ad accrescerlo, a pubblicizzarlo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
MauroDiGaeta

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 70
Età : 35
Localizzazione : Gaeta (LT)
Data d'iscrizione : 30.04.08

MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   Dom Lug 06, 2008 12:13 pm

Antonella ha scritto:
Sì Mauro, sicuramente è solo un bel titolo di giornale... ma è sbagliato il concetto in sè!!!
Come si può permettere che una povera creatura debba nascere e crescere in un ambiente in cui manca l'elemento maschile o quello femminile??

non so se sono stato chiaro, ma sono d'accordo con te!
Volevo solo far capire a chiare lettere che non si tratta di un uomo incinto, ma di una più comune (purtroppo) inseminazione artificiale, all'interno di una coppia lesbo. Ci vogliono abituare a tutto, a considerare ormai aquisite ed accettabili le cose più strane, anche quando non sono neppure reali!! Per strada la gente dirà che anche un uomo può partorire: è falso!

E ancora un'altra cosa. Prendendo spunto dalle parole di Antonella, parlare di omosessualità come una malattia pare che ormai sia la peggiore delle discriminazioni. Ma ci rendiamo conto di cosa voglia dire? Che per molti (quasi tutti forse?) la malattia è fonte di discriminazione!!! Che un malato è forse inferiore agli altri? Che è più sporco? Che è più indegno? Ragazzi: questi lo pensano veramente! Che schifo...

Ma sapete che vi dico? Forse sbaglio, ma invece di parlare di malattia dell'omosessualità, cerco di fare giri di parole. Visto che si rischia di offendere qualcuno, di essere frainteso, allora mi arrendo.... e così parlo di "difficoltà nel processo di aquisizione dell'identità sessuale", o meglio di "tendenze profondamente radicate", come fa il Catechismo della Chiesa Cattolica. E spendo sempre una parola buona nei confronti di questo grande problema.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://cool.altervista.org
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'uomo "incinto"...   

Tornare in alto Andare in basso
 
L'uomo "incinto"...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» #34 L'uomo che non dorme - dicembre 2003
» Davide Tortorella, l'uomo dalle mille domande... e relative risposte!
» Il lavoro nobilita l'uomo
» Chi è l'uomo più desiderato dalle donne italiane?
» NAOMI CAMPBELL, FOTO CHOC NEGLI USA: "LEI E' UN UOMO"

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
In Salus Mentis :: IL MISTERO DELLA FEDE :: La mia vita è nelle Tue Mani..-
Andare verso: